Trasporti: Conftrasporto, fermo Tir se incremento…


Trasporti: Conftrasporto, fermo Tir se incremento… 

“Il ministro dell’ambiente Sergio Costa non trova di meglio che
proporre un aumento dell’accisa per un settore che ha consentito
durante la pandemia, e che consente ancora oggi, di far arrivare
nei mercati europei le merci prodotte o trasformate nel nostro
Paese. Gli aumenti annunciati sono frutto di una volontà a
prescindere, o il tentativo di raccogliere risorse per incrementare
le entrate del Governo?”.

Lo ha detto il vice presidente di Conftrasporto Paolo Uggè,
commentando i discorsi di Costa sul possibile incremento delle accise
sui diesel. “Come più volte dimostrato da Fai-Conftrasporto (la
Federazione degli Autotrasportatori Italiani), le imprese del
settore versano molto di più rispetto all’inquinamento prodotto: un
camion Euro6 genera un costo esterno pari a 13,1 centesimi di euro,
mentre paga di sola accisa netta 40,3 centesimi, pari a oltre un
miliardo di euro all’anno” spiega Uggè.

“Speriamo che la ragione prevalga – si augura Uggè – Se così non
sarà, e la furia iconoclasta dell’esasperato ambientalismo fondato
su basi non scientifiche prevarrà, alla ripresa il fermo
dell’autotrasporto sarà inevitabile”.

liv

(END) Dow Jones Newswires

August 06, 2020 09:45 ET (13:45 GMT)