Umberto Bossi, malore in casa: ricoverato a Varese. È grave

Il fondatore della Lega Nord, Umberto Bossi, 77 anni, è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale di Varese, dopo che ha avuto un malore in casa a Gemonio, battendo la testa. Si trova ora in rianimazione e sarebbe sotto sedativi. L’ospedale stesso di Circolo spiega che «seguiranno aggiornamenti domattina, intorno alle ore 12». Nel comunicato della Asst Sette Laghi della Lombardia, cui fa capo l’ospedale, viene precisato che: «Questo pomeriggio, poco prima delle 18, Umberto Bossi è stato portato in elisoccorso al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Circolo di Varese. Sono in corso gli accertamenti necessari ad individuare le cause del malore che lo ha colpito al domicilio».

Secondo voci non confermate, il leader storico della Lega, 77 anni, sarebbe caduto in casa in seguito a emorragia cerebrale e si troverebbe in gravi condizioni di salute anche se da quanto si apprende le sue condizioni sarebbero in lieve miglioramento.
Come hanno fatto sapere fonti della Lega, i medici stanno valutando se Bossi sia stato colpito o meno da una ischemia cerebrale. Ischemia probabilmente collegata ai problemi di salute di cui soffre da anni.
A quanto apprende l’Ansa da fonti della Lega, a Bossi è stata eseguita una angiotac al cervello dalla quale non sarebbe risultata alcuna emorragia in corso. I valori ematochimici sarebbero bassi e questo potrebbe aver scatenato una crisi, probabilmente epilettica.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer