Dow Jones

Usa: legislatori vicini ad accordo su pacchetto infrastrutture

I legislatori statunitensi hanno espresso rinnovato ottimismo sul raggiungimento, a breve, di un accordo sul pacchetto infrastrutturale da circa 1.000 miliardi di dollari mentre lavoravano su una serie di questioni dell’ultimo minuto.

Dopo una giornata di frecciatine tra partiti su alcune controversie dell’ultimo minuto, i legislatori hanno detto che si stanno avvicinando alla risoluzione di alcune delle questioni che hanno bloccato l’ultimo tratto dei negoziati. I colloqui non sono però ancora finiti, settimane dopo che il gruppo ha annunciato di aver concordato un quadro flessibile per un accordo.

“Ci stiamo avvicinando e spero che potremo raggiungerlo presto”, ha detto ai giornalisti ieri il leader della maggioranza al Senato, Chuck Schumer. “Non ci siamo ancora arrivati ma stiamo facendo progressi. Il numero di problemi è stato ridotto in modo significativo”.

Un gruppo bipartisan di 10 senatori ha lavorato per settimane per raggiungere un accordo sui dettagli del pacchetto che prevede circa 600 miliardi di dollari di spesa al di sopra del tetto federale previsto per strade, ponti, accesso esteso alla banda larga e altro ancora. Allo stesso tempo, i leader democratici hanno lavorato per ottenere il sostegno di tutti i 50 membri del caucus democratico per un pacchetto da 3.500 miliardi di dollari su assistenza sanitaria, istruzione, cambiamenti climatici e disposizioni contro la povertà che sperano di approvare lungo le linee del partito.

Il sostegno ai due pacchetti, che insieme trasformerebbe in legge gran parte dell’agenda del presidente Usa, Joe Biden, dipende sia dalla cooperazione delle diverse fazioni democratiche, sia dalla volontà dei repubblicani di concludere un accordo bipartisan sulle infrastrutture.

Biden ha incontrato ieri alla Casa Bianca la senatrice democratica, Kyrsten Sinema, membro del gruppo bipartisan. “Siamo entusiasti di vedere il piano infrastrutturale bipartisan vicino al traguardo e fiduciosi che ci arriveremo presto”, ha affermato la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki.

Psaki ha affermato che Biden e Sinema sono “molto allineati sul percorso in avanti” e ha sottolineato che la fine dei negoziati spesso implica “alcune delle discussioni più difficili”. La portavoce ha detto anche che Biden continuerà a fare telefonate sulla proposta a sostegno del raggiungimento di un accordo.

Diversi legislatori hanno affermato di ritenere che le due parti si stessero avvicinando ieri a un punto critico in ritardo, ovvero quanti finanziamenti indirizzare al trasporto pubblico, che i democratici vogliono aumentare. I repubblicani avevano inviato una nuova offerta ai democratici, aumentando la quantità di denaro proposta per il trasporto pubblico che erano disposti a includere nel pacchetto, secondo i legislatori e gli assistenti del partito repubblicano. “Il trasporto pubblico è certamente un problema importante. I repubblicani hanno fatto un’offerta straordinariamente generosa”, ha detto ai giornalisti la senatrice repubblicana, Susan Collins.

I legislatori hanno affermato di aver anche dovuto cercare alcune nuove fonti di entrate per pagare il disegno di legge dopo che le stime apartitiche del Congressional Budget Offices circa le loro proposte sono state inferiori a quanto si aspettavano.

Il gruppo bipartisan aveva concordato concettualmente di riutilizzare alcuni fondi inutilizzati dai precedenti pacchetti di aiuti per il Covid-19, ma ha affermato di essersi imbattuto in una certa confusione su quanti soldi sarebbero stati disponibili dopo aver ottenuto stime diverse dalle agenzie, dalla Casa Bianca e dall’Ufficio di Gestione e bilancio, ha detto Collins.

I membri del gruppo bipartisan hanno affermato che stanno ancora lavorando sui dettagli di un piano da circa 65 miliardi di dollari per la spesa per la banda larga, con i colloqui che sono incentrati su come distribuire fondi agli Stati e su come progettare un programma volto a rendere il servizio a banda larga più conveniente per i consumatori a basso reddito.

Il senatore repubblicano Bill Cassidy, membro del gruppo bipartisan, ha affermato che i repubblicani vogliono assicurarsi che gli investimenti nella banda larga non aprano la porta a nessun tipo di regolamentazione tariffaria. “La politica di regolamentazione leggera degli Stati Uniti ci ha fornito il più grande sviluppo di Internet a banda larga al mondo”, ha affermato, spiegando che “quindi quello che davvero non vogliamo fare è cambiare la dinamica”. Il disegno di legge dovrebbe essere scritto in modo da impedire la regolamentazione delle tariffe, secondo una fonte che ha familiarità con le trattative.

cos

(END) Dow Jones Newswires

July 28, 2021 03:20 ET (07:20 GMT)

Segnali:

[crawlomatic-scraper url=”https://www.bing.com/news/search?q=Usa: legislatori vicini ad accordo su pacchetto infrastrutture&go=Search&qs=n&form=QBNT&sp=-1&pq=Usa: legislatori vicini ad accordo su pacchetto infrastrutture&sc=0-55&sk=&cvid=43AE645BF1EC40E8AE6B41BA77F13FD0&setmkt=it-it&setlang=it-it” strip_scripts=”1″ query_type=”cssselector” query=”.algocore” remove_query_type=”cssselector” remove_query=”.source” strip_images=”1″ strip_links=”1″ cache=”0″ on_error=”nessun segnale”]

[crawlomatic-scraper url=”https://it.advfn.com/notizie/Usa-legislatori-vicini-ad-accordo-su-pacchetto-in_85685027.html” query_type=”cssselector” query=”.article-headline” eq=”first” cache=”0″ translate_to=”en” translate_source=”it” output=”text”]

[crawlomatic-scraper url=”https://it.advfn.com/notizie/Usa-legislatori-vicini-ad-accordo-su-pacchetto-in_85685027.html” output=”html” query_type=”cssselector” query=”.article-body” translate_to=”en” translate_source=”it” limit_word_count=”100″ ]

Show More