Vendeva biglietti aerei “travestita” da RyanAir: Tar conferma la multa a FlyGo

Fino al 2016 aveva imperversato sul web ingannando molti consumatori convinti di acquistare su siti ufficiali di compagnie aeree, mentre in realtà si trovavano sulla pagina web di una semplice agenzia turistica. Fino a quando Antitrust non aveva multato FlyGo per 500.000 euro. Oggi il Tar del Lazio ha confermato la sanzione. Notizia non scontata: non sono rari infatti i casi in cui la giustizia amministrativa annulla le sanzioni comminate dall’Autorità.

FlyGo si nascondeva dietro siti civetta, molto simili sia nell’indirizzo sia nella grafica, a quelli di RyanAir e WizzAir. Tanto che la compagnia low-cost irlandese aveva accusato Google di dare più rilevanza agli annunci pubblicitari dell’agenzia turistica che ai risultati di ricerca che portavano al vero sito RyanAir. La conseguenza era che i clienti compravano biglietti “pagando cifre molto più alte di quelle che sarebbero state spese acquistandoli direttamente…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer