Wall Street di nuovo positiva. Possibile nuovo piano di aiuti Trump


Mercato azionario

Di Mauro Speranza

Investing.com – Prosegue in verde Wall Street, nonostante l’aumentare del numero degli infetti da coronavirus negli Stati Uniti, mentre Fox Business parla di un possibile nuovo piano di Donald Trump comprensivo di nuove misure di stimolo all’economia.

Secondo la Johns Hopkins University, nelle ultime 24 ore sono morte 1.150 persone, ma nonostante questa difficile situazione, Trump prosegue con il suo ottimismo.

“Usciremo da questa crisi con più forza, unità e risolutezza” ha detto Trump durante la quotidiana conferenza stampa sul coronavirus sottolineando che gli Usa “riapriranno prima di quanto le gente non pensi”. Trump ha voluto ribadire che questa sarà “una settimana dura” ma che “c’è una incredibile luce alla fine di questo tunnel”.

A Wall Street, intanto si assiste al secondo giorno consecutivo di acquisti. Il Dow Jones guadagna oltre il 3%, dopo la chiusura a +7% della seduta di ieri, mentre seguono sulla stessa scia il Nasdaq e lo S&P 500.

Tra i titoli con performance migliori troviamo Tesla (NASDAQ:TSLA) che continua a correre (+7%) “sulla scia del report sulle vendite migliore del previsto, che ha alimentato le aspettative che il produttore di auto elettriche possa essere in una posizione più solida per sopportare il rallentamento dovuto al coronavirus” spiega Haris Anwar, analista senior di Investing.com.

Positive anche le banche, con Citigroup (NYSE:C) che vola a +10%, seguita da Wells Fargo (NYSE:WFC), Bank of America (NYSE:BAC), JPMorgan (NYSE:JPM), Morgan Stanley (NYSE:MS) e Goldman Sachs (NYSE:GS), tutte oltre il +5%.

Al top tra gli altri colossi tecnologici si posizionano American Airlines (NASDAQ:AAL) (+18,53%), Bed Bath & Beyond (NASDAQ:BBBY) (+14,29%), Wynn Resorts (NASDAQ:WYNN) (+14,05%) e Marriott International (NASDAQ:MAR) (+12,21%).

“Nell’ultima settimana la volatilità è scesa, mantenendosi comunque a livelli sostenuti (con un VIX a 50)”, spiega Jacques Sudre, Raphaël Moreau e Louis d’Arvieu, gestori di Amiral Gestion, società di gestione specializzata nello stock picking applicando la filosofia del Value Investing, aggiungendo di prevedere che tale volatilità “possa rimanere elevata per diversi mesi ancora, considerando tutte le incertezze di natura economica e sanitaria”

“Da un lato”, spiega Sudre, “dovremo probabilmente imparare a convivere a lungo con il virus, imparando ad adattarci. Dall’altro, nutriamo speranze di trovare un vaccino contro il covid-19 e resiste la volontà dei Paesi di far ripartire l’attività a qualsiasi costo, attraverso piani di rilancio di portata storica. I possibili effetti inflattivi di tali piani saranno i maggiori driver della volatilità”.

Nel frattempo, la Fed ha dichiarato di voler aggiungere i corporate bond al programma di acquisti di asset, come aveva già fatto nel 2009 per sbloccare i mercati del debito corporate. Le obbligazioni interessate saranno investment grade con scadenza inferiore a 5 anni, la Fed non acquisterà più del 10% delle obbligazioni di uno determinato emittente.

La Fed acquisterà sia sul mercato primario, attraverso la Primary Market Corporate Credit Facility (PMCCF), sia sul mercato secondario, attraverso la Secondary Market Corporate Credit Facility (SMCCF).

Lascia un commento